Chi siamo

L'Associazione Unione Atei Emancipati Razionalisti, con sigla UAER, nasce inizialmente sulla rete telematica, con l'intento di aggregare, formare e informare gli atei e tutti i soggetti-cittadini in materia di Ateismo, Laicità e Diritti Umani. L'UAER non ha una redazione e non segue gli eventi che succedono come un’agenzia di stampa, UAER è chi la fa: chi legge, chi pubblica, chi partecipa ai commenti, chi propone argomenti peculiari e chi si rende parte attiva nella realtà quotidiana e nel sociale. L'UAER è completamente indipendente da partiti o gruppi di pressione di qualsiasi tipo. Opera sul territorio attraverso la rete telematica e attraverso i suoi associati.

 

Nascita sul social network facebook

Nasce l'8 Marzo 2012, l'idea del fondatore, Luciano Surace, di creare in primis una pagina facebook e testare un primo riscontro che sorprendentemente promette bene.

 

Nascita del sito web

Domenica 1° Aprile 2012 è avviato il sito telematico www.uaer.jimdo.com

 

Idea sull'associazione

L'idea di creare questa associazione emerge da una ragazzo ateo che vuole riconoscere i suoi ideali e i suoi diritti tramite un'associazione che lo tuteli dal bigottismo religioso presente nella sua Nazione e nel mondo, dando la possibilità a chiunque di riconoscersi in essa, ma sopratutto nasce per unire tutti coloro che seguendo un pensiero filosofico ateo hanno voglia di mettersi in gioco uscendo dagli schemi concettuali del moralismo religioso imposto dalla società.

 

I nostri valori

Senza voler rivelare troppo solo esclusivamente per non dare facile appoggio agli inevitabili e agguerriti detrattori, questa associazione non aderisce ad alcun movimento o alcun partito politico, non appoggia nessuna ideologia politica, ripudia qualsiasi forma di pedofilia, omofobia, razzismo e qualsiasi forma di persecuzione e oppressione verso esseri umani, animali e verso la natura stessa.

 

I nostri scopi

Si propone, fra l'altro, i seguenti scopi generali:

  • attività culturali che si esplicitano attraverso incontri pubblici, convegni, conferenze e studi accademici, filosofici, storici e scientifici;
  • tutela, difesa e promozione della Laicità dello Stato Italiano attuando azioni per l'abolizione di ogni privilegio accordato a qualsiasi religione e contro le discriminazioni giuridiche e di fatto, aperte e subdole, subite da credenti e non credenti non aderenti ad alcuna confessione religiosa; sostegno alle istanze pluralistiche nella divulgazione delle concezioni razionaliste e non dogmatiche del mondo e nel confronto fra di esse, opponendosi all'intolleranza, alla discriminazione e alla prevaricazione e ad ogni forma di integralismo religioso ed ideologico;
  • sostegno ad ogni iniziativa volta a promuovere la conoscenza e l'applicazione della Dichiarazione dei Diritti dell'Uomo emanata dall'ONU il 10 dicembre del 1948, dei trattati e delle convenzione successive ad essa; promozione della libertà di pensiero e del pensiero critico, della conoscenza delle teorie atee e di ogni concezione razionale e non confessionale del mondo, della vita e dell'uomo.