AgendAtea, 365 giorni all'insegna della laicità

Un vademecum per il non credente

L'idea dell'AgendAtea nasce dalla constatazione che, al di là di alcuni gadget in circolazione e di una rivista, non esistono prodotti specifici per gli atei e, più in generale per i non credenti. A differenza di questi ultimi e dei libri in generale, l'agenda ha una funzione prettamente pratica: consentire all'ateo di avere sempre con sé un oggetto caratterizzante e fortemente "identificativo", oltre che, in ogni caso, utile, in quanto i contenuti ne fanno una sorta di "vademecum" del non credente, estendendone l'impiego al di là dei canonici 365 giorni dopo i quali le agende "normali", immancabilmente, finiscono nel cestino. Come recita uno dei nostri slogan, infatti, l'AgendAtea non è un'agenda come le altre, perché dopo il 31 dicembre può rimanere sulla nostra scrivania o essere collocata nella nostra libreria insieme agli altri libri, proprio per le tante notizie, curiosità e riflessioni che propone: episodi di cronaca, esternazioni papali, scandali, verità scomode e poco note, notizie storiche, approfondimenti e aneddoti considerevoli. Come si evince dalle immagini, l'agenda mette a disposizione i consueti strumenti di questa categoria di prodotti (pagina dati personali, calendario e rubrica). Dopodiché, grazie a un'impostazione semplice ma funzionale, che prevede tre giornate per ciascuna pagina, propone, all'interno dei box su due facciate, una delle summenzionate "chicche", accompagnata da relativa immagine. Il costo dell'agenda è di 8 euro, spese di spedizione comprese, pagabili tramite bonifico bancario o poste pay. Per ordinarla, è sufficiente contattare l'autore via mail (QUI) o sul suo profilo Facebook (QUI) oppure sulla pagina Facebook dedicata all'AgendAtea (QUI).

Una notizia da Social, condividila per primo

Scrivi commento

Commenti: 0