Calabria: offerte dei fedeli investite in Borsa

La Guardia di finanza di Cosenza ha sequestrato beni per 200 mila euro nell'ambito dell'inchiesta della Procura della Repubblica di Paola che a giugno ha portato all'arresto di un consulente finanziario, Massimo Cedolia. L'inchiesta riguarda una presunta truffa con l'utilizzo per investimenti in Borsa ad alto rischio delle offerte dei fedeli al Santuario di s.Francesco di Paola. I beni sono dei coniugi Francesco Vidiri e Grazia Magurno, accusati di complicità con Cedolia.

Scrivi commento

Commenti: 0