Oppido Mamertina (RC), scandalosa processione con inchino ad un ergastolano

E' ancora presto evidentemente perché i precisi appelli del Papa in merito diventino realtà. E' ancora presto per il vescovo di Oppido Mamertina in provincia di Reggio Calabria, visto che il triste episodio di cui stiamo parlando è successo proprio nella città il cui vescovo aveva chiesto di sospendere la figura del padrino ai battesimi e alle cresime per evitare commistioni con la criminalità organizzata. Lunedì scorso a Oppido era in corso la processione della Madonna delle Grazie. A un certo punto il corteo è passato davanti alla casa di un locale boss della 'ndrangheta. Il corteo, alla cui testa erano diversi sacerdoti e membri del consiglio comunale è stato fatto fermare. La statua della Madonna, portata a spalle, a quel punto è stata leggermente inclinata, in segno di inchino e onore al boss Giuseppe Mazzagatti, 82 anni, già condannato all'ergastolo per omicidio, oggi ai domiciliari per motivi di salute. Visto cosa era successo, il maresciallo dei carabinieri e i suoi due uomini hanno lasciato la processione per protesta. Il maresciallo poi prima dell'inizio della processione aveva chiesto esplicitamente di evitare gesti del genere, ed è stato bellamente ignorato.

 

Il Presidente dell'Associazione "Unione Atei Emancipati Razionalisti", Luciano Surace, esprime la propria opinione in merito: "Quanto accaduto nel Comune di Oppido Mamertina, e' tristissimo e vergognoso: un plauso e tutta la nostra solidarietà ai carabinieri che non si sono piegati al crimine, hanno abbandonato la processione della Madonna delle Grazie, destinata a una tappa 'ossequiosa' sotto casa del presunto boss locale". Occorre la massima severità nei confronti di chi ha compiuto questo sfregio verso le istituzioni, verso le forze armate pubbliche e verso i cittadini vittime della 'ndrangheta. Che vengano abolite a vita tutte le processioni religiose in luoghi pubblici e che vengano presi seri provvedimenti ai complici rei di aver commesso un atto di irriverenza allo Stato".

 

Luciano Surace

Presidente UAER

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    pino scordo (domenica, 06 luglio 2014 16:46)

    WELL, I DON,T HAVE NOTHING AGAINST MAZZAGATTI BUT WHAT THEY DID WITH MADONNA IS NOT RIGHT. I'M SURE THAT THE MADONNA ITSELF DID NOT LIKE THE "INCHINO" IN FRONT OF THE MAFIA BOSS HOUSE....BUT MADONNA IS MADONNA AND I'M SURE SHE WILL FORGIVE SURCH STUPID THING THEY DID

  • #2

    annah (domenica, 06 luglio 2014 20:16)

    Vergognoso, ma la gente di calabria non reagisce?