Il Papa istituisce una commissione sullo Ior

Uno sbalzo di umorismo all'interno del cabarettistico stato masso-clericale dove i comici gerarchi vorrebbero convincere l'opinione pubblica che il Vaticano si muove in favore della trasparenza e della giustizia economica, ma il tutto sà di scketch visto e rivisto che non fa ridere nessuno e sopratutto non convince nemmeno i credenti, con tecniche di comunicazione e strategie di marketing non più efficaci papa Francesco ha deciso di istituire una pontificia commissione referente sull'Istituto per le Opere Religiose (Ior).
Lo rende noto il Vaticano.
L'obiettivo è "una migliore armonizzazione dello Ior con la missione della chiesa".
La Commissione avrà il compito di raccogliere informazioni sull'andamento dell'Istituto e presenterà poi i risultati al papa.
La Commissione sarà presieduta dal cardinale Raffaele Farina e ne faranno parte il cardinale Jean-Louis Pierre Tauran, monsignor Juan Ignacio Arrieta Ochoa de Chinchetru (coordinatore), monsignor Peter Bryan Wells (segretario) e la professoressa Mary Ann Glendon.
Il lavoro inizierà "in questi giorni".
La Commissione, precisa il Vaticano, è "dotata delle risorse umane e materiali adeguate alle sue funzioni istituzionali.
Qualora sia utile, si avvale di collaboratori e consulenti".
Inoltre, "si serve della sollecita collaborazione degli Organi dell'Istituto, nonché del suo intero personale.
Inoltre i Superiori, i Membri e gli Officiali dei Dicasteri della Curia Romana".
Luciano Surace
Presidente UAER

Scrivi commento

Commenti: 0