Molti cattolici sono valdesi senza nemmeno saperlo.

Quando in Italia si parla dei cristiani, quasi sempre ci si riferisce ai cattolici, ma in realtà la religione cristiana è divisa in cattolici, ortodossi e protestanti.

Ufficialmente i cattolici rappresentano la maggioranza, ma la realtà dei fatti è che molti di quelli che si dichiarano cattolici si comportano come se fossero protestanti.

Il cattolicesimo concede meno libertà rispetto ad altre confessioni cristiane, ma ci sono molti cattolici che non rispettano le restrizioni del cattolicesimo ed hanno un modus operandi molto più vicino al valdismo ed altre confessioni protestanti.

I veri cattolici devono essere contrari al sesso prematrimoniale, al matrimonio omosessuale, all'aborto, all'uso delle staminali e al testamento biologico, invece molti sono a favore di queste cose, non rendendosi conto che, in questo modo, si comportano più da valdesi che da cattolici, infatti la chiesa valdese non solo è molto più aperta su queste questioni, ma si impegna anche per promuoverle in vari modi, ad esempio difendendo le comunità LGBT dall'omofobia o informando sul testamento biologico, ed è perfino contraria all'esposizione del crocifisso nei luoghi pubblici, per cui la chiesa valdese è a favore della Laicità dello Stato, quella vera.

Il potere della chiesa cattolica è talmente vasto da mettere in ombra le altre confessioni, la conseguenza di questa situazione è palese: molti cattolici si comportano come se fossero valdesi, spesso senza nemmeno saperlo!

Varie statistiche hanno dimostrato che la maggior parte degli italiani è favorevole al testamento biologico, ai matrimoni omosessuali ed altre cose che vanno contro il cattolicesimo, questo significa che, se i credenti italiani cercassero di essere coerenti con il proprio pensiero, quasi tutti smetterebbero di essere cattolici per diventare valdesi, proprio perché nelle idee e nei comportamenti lo sono già.

Le cose cambieranno solo quando l'appartenenza ad una confessione religiosa si baserà su di una scelta personale e non sulle influenze subite dalla famiglia, anche su questo punto i valdesi sono molto più avanti dei cattolici, infatti loro sono contrari al battesimo dei neonati.


«Quando il mondo sarà divenuto tanto onesto da non impartire alcuna istruzione religiosa ai fanciulli prima dei quindici anni, si potrà sperarne qualcosa.»

Arthur Schopenhauer


Francesco Avella

Scrittore e Blogger UAER

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    andrea (venerdì, 02 settembre 2016 10:52)

    Condivido quasi tutto di quello che c'è scritto, tranne l'ultima frase : da quanto mi risulta i valdesi battezzano i neonati,eccome!