Lucca, crede di essere gesù, espulso dall'Italia

Si faceva chiamare gesù di Nazaret, perché credeva di essere la reincarnazione del cristo o meglio di un profeta. Ma diceva anche di essere il fratello di Silvio Berlusconi e di aver fatto eleggere lui, con le sue doti divine, il presidente degli Stati Uniti, Obama. Un personaggio la cui singolarità non sarà sfuggita a molti lucchesi, che da ieri però è stato accompagnato dai carabinieri del radiomobile al centro di accoglienza di Bari da dove sarà rimpatriato in Marocco, suo paese d'origine. Nei guai è finito un 35enne, già noto alle forze dell'ordine, sia ai militari che alla polizia lucchese che in più occasioni lo avevano denunciato per possesso ingiustificato di armi da taglio. In uno degli ultimi episodi, che risale al 10 febbraio scorso, il giovane si era presentato alla Gelateria Le Bontà di viale Castracani brandendo un taglierino. Diceva di voler scacciare i fantasmi, per lui veri e propri demoni da allontanare.

 

Questa la sua immaginaria missione che lo ha messo però più volte nei guai. Ricercato da alcuni giorni, è stato trovato ieri pomeriggio in piazza Anfiteatro a Lucca, mentre si stava lavando alla fontana pubblica. I militari del nucleo radiomobile lo hanno accompagnato in Cortile degli Svizzeri da dove è stato poi trasferito con una gazzella a Bari.

I militari lo descrivono come una personaggio instabile che sarebbe potuto diventare anche pericoloso. Nelle sue allucinazioni, ha raccontato di vedere il diavolo e altri demoni e di credere fermamente di essere la reincarnazione del Cristo, per questo a chi si avvicinava diceva di essere niente meno che Gesù...

Ai carabinieri che lo accompagnavano al centro di accoglienza per immigrati, ha chiesto interdetto se lo stavano portando in carcere. Loro hanno spiegato di noi, ma lui si è lo stesso agitato: “Sono il fratello di Berlusconi - ha detto - e ho fatto eleggere io il presidente Obama”.

Scrivi commento

Commenti: 4
  • #1

    Lucca in Diretta (lunedì, 24 marzo 2014 21:08)

    Non essendo la prima volta che compaiono articoli del nostro quotidiano online www.luccaindiretta.it , vi invitiamo per il futuro almeno di specificare la fonte da cui attingete (peraltro copiando integralmente gli articoli) prima di pubblicarli, come da licenza creativecommons. Grazie mille, la redazione di Lucca in Diretta

  • #2

    Alessandro Bonfanti (martedì, 25 marzo 2014 21:50)

    Complimenti a Lucca in Diretta per la lungimirante adozione di licenze creative commons, purtroppo esiste sempre quancheduno che se ne approfitta.

  • #3

    Nicla (giovedì, 27 marzo 2014 17:04)

    Sono una lettrice appassionata di questo sito web, poco mi importa della fonte, l'importante che la notizia sia vera e resa pubblica, continuate così, grazie UAER

  • #4

    Kassosu (domenica, 07 dicembre 2014 23:18)

    Notizia interessante, chi se ne frega della fonte!