Lussemburgo: il partito cristiano ancora al parlamento

Il partito cristiano-sociale (Csv) del primo ministro uscente Jean-Claude Juncker ha vinto le elezioni politiche in Lussemburgo e, pur perdendo voti rispetto alla precedente consultazione elettorale, rimane il primo partito in Parlamento.

Secondo i media locali, ''il Csv avra' 23 seggi su 60 nell'assemblea legislativa del Lussemburgo, tre in meno che nel 2009''.

Il partito cristiano-sociale ha comunque ottenuto ''il peggior risultato elettorale dal 1999''.

L'altro exploit delle elezioni in Lussemburgo e' quello del partito democratico (Dp), che ha guadagnato quattro seggi rispetto alla tornata elettorale del 2009, eguagliando il risultato del partito socialista, che dal 2004 fa parte della coalizione di governo guidata da Juncker, con 13 seggi ciascuno.

Condividi - Share

Scrivi commento

Commenti: 0