Tunisia, per diventare poliziotto devi conoscere l’Islam

Sorpresa tra gli aspiranti al concorso per entrare a fare parte delle forze di sicurezza tunisine quando, leggendo il questionario di base, hanno trovato molte domande alle quali era possibile rispondere solo con una grande conoscenza dell’Islam e della sua storia, mentre quelle relative alla specificità dell’incarico erano pochissime.

 

A svelare la cosa è stato il sito on line Jadal, che ha elencato alcune delle domande alle quali in pochi hanno saputo rispondere: chi è la prima donna cui è stata amputata una mano?

Quali sono la più breve e la più lunga sura coranica che hanno, all’inizio, le parole ”in nome di dio il misericordioso?

Qual e’ il nome con cui Salaheddine El Ayoubi (Saladino) ha vinto la guerra contro i cristiani?

 

Il ministero dell’Interno, sulla sua pagina di Facebook, ha subito replicato che il questionario aveva 60 domande e quelle sulla religione ne facevano parte insieme ad altre sull’arte, la geografia, la storia delle scienze.

Spiegazione che non ha molto convinto i partecipanti al concorso.

 

Carlo Cagliani

 

Scrivi commento

Commenti: 0