Conclave, lezione numero 4.

La quarta puntata di “Lezioni dal conclave” pone l’attenzione sui retroscena più segreti del Conclave. Da quello del 1958 che portò al soglio di Pietro Giovanni XXIII, che della sua elezione scrisse nel suo diario, a quello del 1963, in cui fu eletto Paolo VI, considerato troppo progressista per alcuni regimi dell’epoca. “Addirittura – spiega il professor Melloni - si racconta che il dittatore Francisco Franco abbia confessato di aver pregato perché l’allora Cardinal Montini non fosse eletto nel 1963”. Dal Concilio in poi le regole della Chiesa sono cambiate, e con quelle regole si sono svolti gli ultimi conclavi, di cui la puntata si occupa, in particolare la “sorpresa” dell’elezione di Giovanni Paolo II e quella di Ratzinger nel 2005.  

 

La storica decisione di papa Benedetto XVI, che ha annunciato le proprie dimissioni per il 28 febbraio, pone la chiesa di fronte ad uno dei momenti più importanti e delicati della sua storia millenaria.

In questi giorni teologi, cardinali e osservatori si interrogano non soltanto sulle ragioni della scelta del pontefice, ma anche sul futuro del soglio pontificio e sulle procedure che porteranno per la prima volta della storia ad avere un nuovo papa con il suo predecessore ancora in vita.

Per riflettere e analizzare questa storica svolta della chiesa, Rai Educational propone sette lezioni che preparino idealmente all’elezione del futuro papa, che aiutino a capire le norme ecclesiastiche e ripercorrano la storia dei pontefici, dei papati e dei conclavi.

A condurre le “Lezioni dal conclave” è il professor Alberto Melloni, docente di storia del cristianesimo all’Università di Modena-Reggio Emilia e Direttore della Fondazione per la Scienza Religiosa di Bologna.

I suoi interventi, integrati dai materiali di repertorio delle teche Rai, partono dall’interpretazione del gesto di Benedetto XVI per arrivare ad approfondire l’aspetto procedurale del conclave, la composizione del collegio, i meccanismi di elezione che diventano cerimonia e rito.

Il conclave infatti è secondo la dottrina cattolica l’evento durante il quale la scelta del nuovo pontefice si manifesta attraverso lo spirito santo, ma è anche il momento in cui i cardinali si dividono in “fazioni”, con alleanze e rivalità, e cercano un’intesa per il nuovo successore di Pietro, nel segreto della Cappella Sistina.

Ma cosa accadeva nell’antichità, quando il papa era eletto a Viterbo?

Come funziona la scelta del nome?

Come sono stati gli ultimi conclavi, quelli che hanno portato al soglio pontificio Giovanni XXIII, Paolo VI, Giovanni Paolo I, Giovanni Paolo II e Benedetto XVI?

Melloni racconta aneddoti legati al passato, e si sofferma sull’importanza strategica del ruolo di vescovo di Roma, cambiato storicamente nel corso dei secoli, sulla funzione papale nella sua chiave dogmatica e nel suo significato politico.

“Lezioni dal conclave” non è un viaggio nei segreti vaticani, ma un tentativo di comprendere i modi di un'istituzione che muta nella storia del mondo in cui si forma la sua agenda e di come è mutata anche politicamente, soprattutto nel Novecento.

Un affresco di cosa succede mentre fuori il mondo trattiene il fiato e i fedeli si riuniscono in preghiera in Piazza s.Pietro, in attesa della fumata bianca.

 

Guarda il VIDEO.


Scrivi commento

Commenti: 2